immagine doposcuola specialistico www.centroigp.it
  • Author:Dott.ssa Nadia Botrugno

Doposcuola specialistico DSA e BES

Dopo il successo dell’aiuto compiti proposto per l’estate, da quest’anno il Grillo Parlante, sia nella sede di Pisa che di Navacchio,  propone il nuovo servizio di doposcuola specialistico per DSA (Disturbi Specifici dell’Apperndimento) o BES (Bisogni Educativi Speciali).
In realtà non è proprio un servizio nuovissimo, perché da anni seguiamo i nostri bambini e ragazzi nel raggiungimento della propria autonomia nello svolgere i compiti a casa.

Per l’anno 2018-2019 questo servizio partirà il 10 di Ottobre.

Come funziona

Dei professionisti specializzati connettono il lavoro terapeutico, svolto in seduta, con un lavoro volto alla generalizzazione e autonomia.
Questo tipo di sostegno scolastico è basato sul gruppo che ha una grande potenza poiché i bambini e i ragazzi, al suo interno, si confrontano e sperimentano il senso di appartenenza. Il gruppo di studio è sostenuto da un Tutor Dsa che accompagna gli studenti verso una progressiva acquisizione di autonomia nella stesura dei compiti a casa.

Il potere del gruppo

Chi si confronta con delle difficoltà scolastiche (DSA o rallentamento negli apprendimenti) porta con sè tutto il carico emotivo che queste comportano ma nel gruppo sono meglio tollerate in quanto lo studente si confronta con la realtà in cui i modi di apprendere sono diversi e quindi non siamo e non dobbiamo sentirci soli.

Obiettivi del Doposcuola Specialistico

Il doposcuola non dev’essere visto come un paio di ore in cui i bambini si preparano per affrontare la lezione il giorno dopo, ma come un mezzo attraverso cui si prende dimestichezza con gli strumenti compensativi necessari all’apprendimento. Spesso, per alcuni studenti, è un problema utilizzare gli strumenti compensativi ( tabelle, mappe concettuali, ecc) poiché si inibiscono davanti agli altri, ecco uno scopo del nostro doposcuola sarà quello di sostenere i nostri ragazzi proprio nell’accettazione e nel superamento di questo impasse doloroso. Solo attraverso le strategie compensative studiate ad hoc per ognuno di loro è possibile raggiungere l’autonomia negli apprendimenti e questo è l’obiettivo principale del doposcuola specialistico.

Di seguito forniamo delle risposte alle domande più comuni che ci rivolgono i genitori.

Non è meglio svolgere delle sessioni di studio in individuale?

È chiaro per rispondere a questa domanda bisognerebbe valutare le singole esigenze, perché a volte è consigliabile cominciare in individuale per poi proporre allo studente un passo evolutivo verso il gruppo. Molto più frequentemente, invece, i bambini o ragazzi DSA già svolgono, o in passato hanno svolto, delle sedute individuali di potenziamento degli apprendimenti con altri professionisti e quindi il doposcuola serve a misurare il grado di autonomia raggiunto o da raggiungere.

Come fanno studenti provenienti da classi diverse a studiare tutti insieme?

Il principio è sempre quello che non dobbiamo essere delle stampelle sempre presenti per i nostri studenti, ma fornire delle strategie utili a promuovere la loro indipendenza nello studio senza dissipare le proprie energie.

Ma per tutor cosa si intende?

Il tutor è un professionista che affianca il ragazzo nello studio, aiutandolo a trovare il suo metodo personale. Fa da ponte tra la scuola e la famiglia in caso di necessità. La nostra tutor è anche psicologa perché per noi è importante che parallelamente lavori sull’emotività.

Ma non è come mandarlo a ripetizioni?

La risposta è: non proprio.
Nello specifico il tutor dà strategie e si serve dei compiti per metterle in pratica, l’obiettivo è l’indipendenza, cioè che il ragazzo con l’aiuto del tutor trovi la sua strategia di studio, la faccia sua, riesca nel tempo a generalizzarla e diventi autonomo.
Le ripetizioni invece servono ai ragazzi per mettersi in pari nelle materie in cui sono rimasti indietro, o per avere ulteriori spiegazioni su argomenti che non hanno ben capito.

I tutor sono tutti privati?

È una figura molto recente e quindi ancora non regolata e per il momento svolgono la loro attività privatamente. Per questo nel caso in cui si decidesse per un tutor è fondamentale assicurarsi che abbia una preparazione e una formazione adeguata per supportare l’apprendimento del ragazzo.

Se credi che questo articolo ti sia stato utile o se, invece, non ha risposto a tutti i dubbi che come genitore ti poni Contattaci oppure chiamaci al numero 050-3148202, saremo liete di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno e di rispondere a tutte le tue domande.